TECNICA DI PRODUZIONE


Il “Torrone di Bagnara” ha origini nell'omonimo centro marinaro, dove nel '700 le locali spezierie accostarono alla tradizionale produzione di mandorle e miele, lo zucchero e le droghe estere.
Alla fine del '800 il “Torrone di Bagnara” acquisisce una grande reputazione e si avvia ad un intensa attività di produzione e commercializzazione in tutto il mondo.
Tanto che nel XX secolo N. Marcone affermò: “I Torroni di Bagnara fanno il giro del mondo e sono tali da meritare siffatto onore”.

Le mandorle tostate insieme all’albume, allo zucchero e al miele, vengono preparate ancora oggi secondo l’antica ricetta: l’impasto infatti, viene cotto a bagnomaria per almeno sette ore, mescolato continuamente per dare una cottura uniforme ed infine steso con il mattarello così da lasciarlo freddare e successivamente tagliato in barrette.

Copyright © 2016. All Right Reserved | Sito realizzato da KGMarketing